lunedì 27 febbraio 2017

Recensione: La mia vita non proprio perfetta - Sophie Kinsella

Buongiorno! Per questa settimana pensavo di pubblicare un po' di recensioni, insomma di fare una sorta di Rece-Week: negli ultimi giorni infatti ho letto e ho scritto, perciò ci sono diversi romanzi interessanti di cui parlare. Questo non fa eccezione: mentre la serie I love shopping non mi ha mai preso, al punto che ne ho letto solo il primo volume, nutro invece grande amore per i romanzi autoconclusivi di Sophie Kinsella, e qui vi parlerò proprio dell'ultimo uscito...

TITOLO: La mia vita non proprio perfetta
AUTORE: Sophie Kinsella
COLLANA: Libri Mondadori
PREZZO (CARTACEO): 20,00
PREZZO (EBOOK): 9,99
TRAMA: Katie è una ragazza di campagna di ventisei anni il cui sogno è diventare una londinese con la L maiuscola. Adora la vita della grande metropoli scintillante, ma il punto è che non se la può permettere. Come tante persone della sua età fa fatica ad arrivare alla fine del mese, anzi della settimana, tra stage mal pagati e lavori a termine è sempre a corto di soldi, vive in uno spazio minuscolo in coabitazione con altri ragazzi con cui non va esattamente d'accordo, si veste solo con abiti presi al mercato, mangia come un uccellino, ma nonostante tutto ciò resiste. Katie fa credere a tutti di avere una vita fantastica postando su Instagram foto patinate e modaiole, ma la verità è tristemente un'altra. Lei vorrebbe diventare come Demeter, anzi essere Demeter, la sua responsabile nella famosa agenzia di marketing in cui ora lavora, una quarantenne realizzata nella professione e nella vita, piena di glamour, sicura di sé e molto egocentrica. Ma quando improvvisamente Katie rimane di nuovo senza lavoro, è costretta a tornare a vivere dai genitori nel Somerset. Mortificata, vede svanire il suo sogno di carriera, ma ancora non sa che la partita è tutta da giocare. La mia vita non proprio perfetta è una commedia agrodolce che gioca con grande arguzia sul tema dell'apparire. Quante persone al mondo cercano di dare un'immagine di sé che non corrisponde affatto a quella vera, soprattutto sui social? Ancora una volta Sophie Kinsella dimostra un talento e una sensibilità ineguagliabili nel raccontare storie con grande empatia e ironia.

giovedì 23 febbraio 2017

Cuori in viaggio. Recensione: Ovunque con te - Katie McGarry

Buongiorno! Nonostante qualche problemino di salute degli ultimi giorni sono riuscita a non saltare questo appuntamento!
Oggi, per la nuova tappa di Cuori in viaggio ci trasferiamo nelle pianure degli Stati Uniti. Udite un rombo di motore in lontananza? Il tema del romanzo di oggi, infatti, sono le bande di motociclisti, un tema quanto più lontano dall'amore... o no?
Credetemi se vi dico che Ovunque con te è un romanzo di quelli che fa battere il cuore in maniera autentica: Katie McGarry ha scritto una storia dolcissima, a tratti divertente, a tratti commovente, ma per un'opinione più approfondita, basta leggere la recensione!


TITOLO: Ovunque con te
AUTORE: Katie McGarry
COLLANA: HarperCollins
PREZZO (CARTACEO): 16,00
PREZZO (EBOOK): 6,99
TRAMA: Nessuno vuole che stiano insieme, ma a volte la persona giusta è quella che meno ti aspetti e la strada che più temi è spesso quella che ti porterà a casa. 
Emily ha diciassette anni ed è felice della propria vita così com'è: genitori amorevoli, buoni amici e un'ottima scuola, in un quartiere tranquillo. Certo, non può negare di essere curiosa riguardo al suo padre biologico, quello che ha preferito unirsi a un club di motociclisti - il Regno del Terrore - piuttosto che essere genitore; questo non significa, però, che lei vorrebbe far parte di quel mondo. Quando però una timida visita si trasforma in una lunga vacanza estiva tra parenti che non sapeva di avere, una cosa le è chiara: niente è come sembra. Il club, suo padre, e nemmeno Oz, un ragazzo che ti ipnotizza con i suoi occhi blu e che può aiutarla a capire quella vita.
Oz desidera una cosa sola: unirsi al Regno del Terrore. Loro sono quelli buoni. Proteggono la gente. Loro sono... una famiglia. Mentre Emily è in città, Oz glielo dimostrerà. Così, quando il padre di lei gli chiede di tenerla al sicuro da una banda rivale con un conto da regolare, per Oz è un sogno che diventa realtà. quello che non sa è che Emily potrebbe infrangerlo, quel sogno.


"Quello che ho cercato di dirti fin da quando ci siamo incontrati, siamo una confraternita, una famiglia. La nostra organizzazione è basata sul rispetto, e il rispetto c'è solo se c'è amore. Non siamo dei teppisti assetati di potere. Siamo un gruppo di persone che si sostengono a vicenda e che non si abbandonano nel momento del bisogno. Non ti dipingerò quadri esaltanti. Hai visto com'è la nostra vita. E' diversa, ma diversa non significa sbagliata. La società ha la sua visione di cos'è normale e noi abbiamo la nostra. Far parte del club per noi significa libertà. Libertà dai diktat altrui su come dovremmo vivere la nostra vita." 


lunedì 20 febbraio 2017

Segnalazioni dalle case editrici

Ciao a tutti! Questa per me è l'ultima settimana prima della ripresa delle lezioni, tuttavia oggi sono in facoltà: devo ancora iniziare il tirocinio, anzi a dire il vero devo proprio sceglierlo, e per questo oggi ho un colloquio. Incrociamo le dita! Intanto vi lascio con un breve post sulle ultime uscite, non tantissime ma interessanti!

TITOLO: Delitto con inganno
AUTORE: Franco Matteucci
COLLANA: GialloItalia Newton Compton
PREZZO (CARTACEO): 9,90
PREZZO (EBOOK): 3,99
TRAMA: È un inverno molto freddo e nevoso a Valdiluce. L’ispettore Santoni si trova a dover indagare su un evento accaduto una quindicina di anni prima e che all’epoca sconvolse la cittadina. La drammatica vicenda costringe l’ispettore, assistito dal fedele Kristal Beretta, a recuperare notizie su come avvennero i fatti, ma anche a ripercorrere la sua storia privata, dato che all’epoca era un adolescente innamorato proprio della bellissima Clara Meynet, la ragazza al centro del crimine. La giovane è scomparsa in circostanze mai chiarite, e non è stata più ritrovata. Durante le indagini, nonostante una certa ritrosia degli abitanti a collaborare, una serie di coincidenze riportano alla luce elementi che convincono l’ispettore ad avventurarsi nelle viscere del monte Sassone, luogo ameno e minaccioso dimenticato da decenni, attraverso un dedalo di tunnel, gallerie e cunicoli che nascondono spaventosi misteri. La selvaggia e potente natura dei luoghi, protettrice di un macabro segreto, testimonia che la verità è rimasta sepolta per anni sotto una fitta coltre di neve, ghiaccio e paura… 

venerdì 17 febbraio 2017

The Great Book Tag #24: Mai dire gatto

Miao a tutti! Oggi 17 febbraio è la giornata nazionale del gatto. fate gli auguri da parte mia a tutti i vostri amici a quattro zampe! Per rimanere in tema, oggi torna la rubrica The Great Book Tag con un tag molto particolare, ideato da me (ma probabilmente ne esistono centomila simili in rete, non mi sono presa la briga di cercare), in cui oltre ai libri i protagonisti sono otto felini famosi!


mercoledì 15 febbraio 2017

Recensione: Madame Claudel è in un mare di guai - Aurélie Valognes

Buongiorno! Ieri è stato San Valentino e anche quest'anno si festeggia il prossimo anno. Dunque, siccome oggi è San Faustino, festa dei single, niente recensioni di romance, per carità, ma di un romanzo francese che ha per protagonista un arzillo ma scorbutico ottantenne, guarda caso anche lui senza l'anima gemella!

TITOLO: Madame Claudel è in un mare di guai
AUTORE: Aurélie Valognes
COLLANA: Newton Compton 3.0
PREZZO (CARTACEO): 9,90
PREZZO (EBOOK): 4,99
TRAMA: Ferdinand Brun vive a Parigi, al numero 8 di Rue Bonaparte, ha ottantatré anni e non gli piacciono le persone. Sfortunato dalla nascita – ha perso la mamma e la nonna quando era ancora piccolo –, è cresciuto nel risentimento, diventando introverso e taciturno. Purtroppo con il passare degli anni è addirittura peggiorato e così la moglie lo ha mollato di punto in bianco scappando con il postino, mentre la figlia e il nipotino sono andati a vivere dall’altra parte dell’oceano. Rimasto solo con la cagnolina Daisy, unico essere vivente degno del suo affetto, Monsieur Brun ha deciso di disertare il genere umano e di ridurre al minimo i suoi contatti con gli altri, compresi quelli con la portinaia, la detestata Madame Suarez. Un infausto giorno, la cagnolina Daisy muore e la settimana dopo Monsieur Brun rimane vittima di un incidente. Tutto è contro di lui, e quando la figlia lo mette di fronte all’ipotesi dell’ospizio, non gli resta che accettare l’aiuto di Madame Claudel, un’arzilla signora di novantatré anni, che abita al suo piano. Ma sarà l’arrivo della piccola Juliette, figlia dei nuovi condomini, l’unico evento in grado di scalfire il muro di diffidenza e scontrosità che il vecchio ha costruito intorno a sé.