lunedì 11 febbraio 2019

The Great Book Tag 25#: Book Reader Tag

A volte ritornano!
Quanto tempo era che non pubblicavo un book tag? Questo, che mi pare di aver trovato su un blog chiamato Books & Tea (ma in realtà ho cercato book tag nella barra di ricerca Google) mi è piaciuto molto: se avessi fatto lo stesso tag quando ho aperto il blog credo che molte delle risposte sarebbero state completamente diverse.



1. Ebook o libro fisico?
"Two gust is mei che one"! Scherzo: non posso fare a meno né dell'uno né dell'altro. Un tempo compravo solo cartacei, adesso prendo molti più ebook approfittando degli sconti che sono più sostanziosi che sul cartaceo. Eppure, chissà come mai, lo spazio nelle mie librerie continua sempre a calare...
2. Copertina rigida o copertina flessibile?
In generale rigida ma molto dipende dall'edizione: alcune in flessibile (tra cui quelle dell'Attraversaspecchi o quella di Divergent con la copertina luccicante) sono davvero belle! 
3. Acquisti online o in libreria?
Dipende. In generale acquisto online, di solito nei siti come ibs che vendono edizioni speciali, o in quelli come Mondadori per cui sono presenti diversi buoni sconto. Per quanto riguarda invece gli sconti organizzati dalle case editrici (come il 25% sul catalogo Newton o sugli Oscar) quelli li tendo a comprare direttamente in libreria. 
4. Trilogie o serie?
Forse le serie moderne: duologie e trilogie di spin off legati fra loro. Un esempio che mi piace molto da questo punto di vista è il Grishaverse di Leigh Bardugo: una trilogia, due duologie e altre opere legate però da una stessa cornice. 
5. Eroi o cattivi?
Una via di mezzo: antieroi. 

6. Nomina un libro che vuoi che tutti leggano.
Uno qualsiasi di Bianca Marconero. Meritano tutti. 
7. Raccomanda un libro che è poco considerato.
Forse L'Isola del Santuario, terzo volume della saga del Dominio di Licia Troisi. Avrà anche molti difetti, ma a me è piaciuto. 
8. L’ultimo libro che hai finito?
Un maledetto lieto fine di Bianca Marconero
9. L’ultimo libro che hai comprato?
The Darkest Mind (in lingua originale) di Alexandra Bracken. Una vera e propria occasione. 
10. La cosa più strana che hai usato come segnalibro?
 Etichette di vestiti, carta igienica, appunti di università, carte di caramelle... Un po' quel che capita! 
11. Libri usati: sì o no?
Assolutamente si, spesso poi riesco a trovare anche delle chicche. 
12. Top 3 dei tuoi generi preferiti.
1) Fantasy
2) Romance
3) Distopico
Tutti e tre pari merito
13. Prendere in prestito o comprare?
Io preferisco comprare, mentre mia mamma preferisce prenderli in prestito... per me. La scena infatti è questa: Mamma "Ho un libro per te" Io "Davvero?" (Nel 99,99% dei casi mia madre pensa che io abbia TROPPI libri) Mamma "Si, me l'ha prestato tizio/caio. Ricordati di restituirlo" Io: *facepalm* 
14. Personaggi o trama? 
Di solito la trama perché è il sale del romanzo: se non c'è storia, io faccio fatica a leggere. Poi è chiaro che personaggi ben caratterizzati danno sempre un tocco in più al libro. 
15. Libri corti o lunghi? 
Dipende dal periodo di lettura: più sono impegnata su altri fronti e più preferisco letture brevi. 
Comunque, in generale la media lunghezza (dalle duecento alle quattrocento/cinquecento) è quella che prediligo.  
16. Capitoli lunghi o corti?
Corti. Assolutamente corti.
17. Dicci i primi 3 libri che ti vengono in mente.
1) King of Scars. 2) 
Gli scomparsi di Chiardiluna 3) Eragon. Alias: le mie attuali letture e un libro che ha significato molto per me. 
18. Libri che ti fanno ridere o piangere?
Ridere. È facile farmi piangere, mi commuovo con un niente, ma far ridere, specialmente nella letteratura... lo trovo, più complicato. 
19. Un libro ambientato nel nostro mondo o in un mondo fantastico? 
Io adoro i fantasy, ma se la storia è ben scritta anche un libro ambientato nel nostro mondo ha il suo perché.
20. Audiolibri: sì o no? 
In generale si, un bravo narratore riesce a rendere incredibili anche storie modeste. Peccato per i prezzi che a meno di abbonamenti sono molto più alti del cartaceo. 
21. Giudichi mai un libro dalla sua copertina? 
In bene. Se ha una bella copertina capita che lo compri senza leggere la trama (o comunque anche se la trama mi attira ma non troppo), se la cover è brutta passo subito, senza se o senza ma, a considerare autore, trama, personaggi... insomma, mi faccio qualche scrupolo in più. 
22. Adattamento cinematografico o televisivo? 
Televisivo. Con più ore si ha più tempo a disposizione per il dettagli e si "maltratta" di meno la storia. 
23. Un adattamento cinematografico che ti è piaciuto più del libro?
Le pagine della nostra vita di Nicholas Sparks. Tanto ho amato il film, quanto il libro è stato una conclusione. 
24. Serie o un libro autoconclusivo? 
Serie miste, come il Grishaverse. Oltre due/tre volumi perdo un po' interesse in una serie, ma mi piace se diverse storie, ciascuna autoconclusiva, si intersecano fra loro. 


4 commenti:

  1. Ciao! 🌸 Appunti dell'uni e carta igienica non li avevo mai sentiti usare come segnalibri ... Meraviglioso! 😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe a volte si usa prorpio di tutto pur di non fare l'orecchia ai libri

      Elimina