sabato 9 gennaio 2016

Oscar Book tag 2015 - La classifica di fine anno

Ciao a tutti. Un po' in ritardo rispetto al previsto -ma quando mai sono puntuale?- ecco la classifica dei libri del 2015, basato sull'Oscar Book Tag che avevo già usato per i libri del 2014. Non è semplice scrivere una classifica e scegliere, diciamo che vado molto con l'umore del momento, ma una cosa è certa: tutti i libri della classifica sono consigliati!



Oscar al miglior film - Il miglior libro
Lo so è che è uscito qualche anno fa, ma solo quest'anno mi sono convinta a leggere, su consiglio di un amico, La verità sul caso Harry Quebert di Joel Dicker (che tra l'altro ha pubblicato quest'anno un sequel che deve ancora uscire in Italia). Io diffondo a voi lo stesso consiglio che è stato dato a me: se vi piacciono i gialli e le storie sugli scrittori (e sulla scrittura) leggetelo! ne vale la pena...

Oscar al miglior film straniero - Il miglior libro italiano
Non c'è sfida. Albion - Ombre di Bianca Marconero per me è stato la perfezione: cosa chiedere di più a un romanzo? Personaggi (quasi sempre) al top, trama avvincente e finale perfetto... non vedo l'ora di leggere il terzo! 

Oscar al miglior regista - Il miglior autore
La palma quest'anno la merita Marie Lu. Sono stata cattiva con lei, le ho dato sempre 4 stelline e mezzo invece di cinque, ma è riuscita in un'impresa che non a tutti gli autori riesce: cambiare genere e scrivere comunque romanzi bellissimi. Con Champion, conclusione perfetta della trilogia distopica-fantascientifica di Legend, e The Young Elites, promettente inizio di una serie fantasy, la Lu dimostra di saper gestire storie e protagonisti molto diversi tra loro. L'aspetto al varco con un thriller, un romance o anche un romanzo di narrativa! 

Oscar al miglior attore - Il miglior protagonista maschile
Ho adorato Auggie, protagonista di Wonder di R.J. Palacio, letto per la lega dei lettori di giugno, recensito... ma non ho mai pubblicato la sua recensione sul blog. Tuttavia, sappiate che Auggie mi ha conquistato, con il suo aspetto fuori dalla norma, e il suo carattere, ottimista, sensibile... saggio addirittura. Un libro per ragazzi che ha molto da insegnare. 

Oscar alla miglior attrice - La miglior protagonista femminile 
Evviva Cath, la protagonista di Fangirl di Rainbow Rowell. Praticamente, a parte alcuni dettagli (tipo un adorabile fidanzato di nome Levi) sono io! Insomma, mi sono riconosciuta nella protagonista al 100% e questo ha reso l'esperienza di lettura- per giunta di un romanzo in inglese non proprio cortissimo- veramente coinvolgente. 


Oscar al miglior attore non protagonista - Il miglior comprimario al maschile
Pari merito per Lance, Erek e Deacon di Albion: lo so, sono protagonisti con Marco a tutti gli effetti, ma non potevo non nominarli in questa categoria. E poi non posso sceglierne solo uno: tutti e tre sono colonne portanti dell'Albion!

Oscar alla migliore attrice non protagonista - Il miglior comprimario al femminile
Anche qui abbiamo un altro trio: direttamente dall'Accademia del Male il trio di streghe Esther, Dot e Anadil, che, nella loro apparente malvagità, risultano tra i personaggi più simpatici dell'Accademia del Bene e del male di Soman Chainani

Oscar alla migliore sceneggiatura non originale - Un libro giunto al cinema
In realtà uscirebbe fra due settimane, ma vista la mancanza di alternative all'altezza, mi sa che il premio, per quest'anno, va alla Quinta Onda di Rick Yancey, un romanzo di fantascienza che mi ha appassionato, grazie anche al ritmo frenetico e al frequente cambio di punti di vista

Oscar alla migliore sceneggiatura originale - Un libro che meriterebbe un adattamento cinematografico o televisivo
Se la Rai pensasse meno a fiction su preti/poliziotti/famiglie patriarcali e virasse su qualcosa di più magico e soprattutto originale... si, sogno una fiction su Albion in prima serata! (Se proprio non la tv di stato, almeno Netflix (che non ho) Sky (che non ho) o un remoto canale regionale potrebbero proporla...) 

Oscar al miglior cortometraggio - La migliore novella
Un po' a sorpresa, la mia novella dell'anno è Blue Dream di Alessia Coppola. Non avevo aspettative altissime, ma la storia è riuscita a sorprendermi con le sue atmosfere raffinate e ricercate, le stesse atmosfere che non mi avevano convinto in Rebirth romanzo della stessa autrice letto sempre in questo 2015. 

Oscar al miglior film di animazione - Un libro rivolto ad un giovane pubblico di lettori
L'ultima sorpresa del 2015, un romanzo iniziato per gioco e che invece cavoli se mi ha tenuto incollata alle pagine! Diffidate della copertina che sembra destinata a un pubblico molto giovane, l'Accademia del Bene e del Male è un libro più maturo -e appassionante- di quanto possa sembrare! 


E ora... un breve spazio dedicato ai peggiori libri del 2015:

-Peggior libro: After, di Anna Todd, o lo ami o lo odi. Io appartengo al secondo partito, purtroppo...

-Peggiori personaggi: Principe Azzurro per un giorno di Kasie West mi ha deluso da questo punto di vista. Già la protagonista è molto superficiale, ma può anche starci, la storia racconta il suo percorso di crescita, ma le sue amiche... che branco di oche egoiste ed ottuse! A fine libro, mentre la protagonista mi ha sorpreso, maturando rispetto ai primi capitoli, loro peggiorano, tanto che le avrei prese a schiaffi! 

-Premio speciale "Pecora Nera" al romanzo che è piaciuto a tutti tranne a te: per me è The Program di Suzanne Young. Diciamo, non è che mi sia dispiaciuto, anzi, la mia valutazione è di tre stelline, buonina, non eccelsa. Ma in giro lo vedo esaltato come "Il capolavoro del distopico" e per me tutto questo capolavoro non è (de gustibus

-Premio speciale "potenziale non sviluppato": a malincuore questa definizione calza a pennello per Bellezza Crudele di Rosamund Hodge, che parte da premesse stupende per perdersi in un bicchiere d'acqua. 

14 commenti:

  1. Carinissimo questo tag!
    Molti spunti per le mie prossime letture :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono tutte letture da quattro/cinque stelle!

      Elimina
  2. Quanto è carino questo TAG! Non ho letto nessuno dei libri che hai citato ma molti li conosco e li vorrei <3
    -Aranel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io queste letture le consiglio a chiunque, poi dipende dai gusti: ad alcuni forse i gialli (come Harry Quebert) potrebbero non piacere...

      Elimina
  3. Ciao! Anche io devo ancora postare qualcosa relativo alle migliori letture del 2015 e questo tag è molto interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo scorso anno postai questo stesso tag (con altre risposte) a febbraio... quindi hai ancora tempo per postarlo!

      Elimina
  4. Che bella la classifica così *-* Voglio leggere La verità sul caso Harry Quebert, ne parlate tutti benissimo. In più concordo con il libro peggiore dell'anno: After!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. leggi Harry Quebert. A me è stato consigliato da un amico e sono super soddisfatta di aver ascoltato le sue parole!

      Elimina
  5. Oh, l'Accademia del Bene e del Male, ora sono definitivamente convinta a comprarlo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me merita, ma sai che io non l'ho comprato ma l'ho trovato in una biblioteca per ragazzi? Ero la lettrice di gran lunga più vecchia, esclusi i genitori!

      Elimina
  6. Davvero c' è il seguito della verità sul caso Quebert ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è proprio un seguito... si chiama Le Livre des Baltimore e ha sempre per protagonista Marcus Goldman, che stavolta indaga su un ramo della propria famiglia, solo che per ora è uscito solo in francese

      Elimina