mercoledì 3 settembre 2014

Recensione: Muses - Francesco Falconi

Buongiorno! Lo so che è mercoledì,  ma oggi niente rubrica Www Wednesday. Il motivo? Beh,  la rubrica questa settimana si potrebbe riassumere in:
-Cosa stai leggendo? I libri che la scorsa settimana avevo detto che avrei letto.
-Cosa hai finito di leggere? Quelli che stavo leggendo la scorsa settimana.
-Cosa leggerai in seguito? BOH.
Quindi preferisco lasciarvi con una recensione di un libro italiano che all'inizio non mi convinceva, ma alla fine ha saputo sorprendermi. Stiamo parlando di Muses di Francesco Falconi.


TITOLO: Muses
AUTORE: Francesco Falconi
COLLANA: Mondadori Chrysalide
PREZZO (RILEGATO): 17,00 €
PREZZO (EBOOK): 9,99€
TRAMA: Quando scappa da Roma diretta a Londra, coperta di tatuaggi e piercing, Alice sente che la sua vita potrebbe cambiare per sempre. Ha appena scoperto di essere stata adottata, ma per lei questa notizia è quasi un sollievo. Cresciuta con un padre violento e una madre incapace di esprimere il proprio affetto, ora Alice deve scoprire le sue radici e l'eredità che le ha lasciato la sua vera famiglia. Decisa, risoluta, ribelle, è una violinista esperta ed è dotata di una voce straordinaria. Ed è proprio questa voce a guidarla verso la verità: le antiche nove Muse, le dee ispiratrici degli esseri umani, non si sono mai estinte. Camminano ancora tra noi. I loro poteri si sono evoluti. E Alice è una di loro. La più potente. La più indifesa. La più desiderata da chi vorrebbe sfruttarne gli sconfinati poteri per guidare gli uomini, forzarli se necessario, fino alle conseguenze più estreme. Ma un dono così può scatenare l'inferno. E sta per accadere.


Secondo la mitologia greca le Nove Muse erano divinità figlie di Zeus e di Mnemosine, la Memoria, fortemente legate al culto di Apollo. Ognuna di esse proteggeva una specifica arte: la più famosa di loro, Calliope, era la musa della poesia epica, Urania dell'astronomia, Clio della storia, eccetera, eccetera...
Ma questa non è altro che leggenda.

Ho sempre avuto fin da piccola, una passione per la mitologia e apprezzo i romanzi che, partendo da essa, trovano il modo di adattare queste leggende a un contesto moderno ed attuale. Inoltre, era da tanto che volevo leggere qualcosa di Falconi (che mi ispirava tanto come autore e di cui, tra l'altro, avevo sentito parlare anche bene), così ho deciso di iniziare da Muses, libro che rielabora la figura delle Muse in maniera originale e moderna.

Eccole qui le nostre muse! 
Mi ha subito ispirato la copertina, non è un amore? La trovo molto raffinata e adoro la tonalità di azzurro usata, oltre che il modo con cui è stata rappresentata la ragazza (anche se, quanto meno all'inizio, non è molto somigliante alla protagonista).

Se proprio devo essere sincera, l'impatto iniziale con Muses non è stato dei migliori. La prima parte, ambientata a Roma, l'ho superata a fatica. Non perché fosse scritta male, o addirittura lenta, al contrario, però c'era qualcosa, tra me e il libro, che non andava. So che una recensione dovrebbe essere giusto un pelo più oggettiva, ma questa era una cosa importante da segnalare, perché ha condizionato il modo in cui ho iniziato a leggere: ero infatti diffidente e cauta, soprattutto nei confronto della protagonista, Alice. 

Tuttavia, dopo pochi capitolo, mentre avanzavo a rilento, l'azione si è spostata. Londra.
E con lo spostamento dell'azione svaniva ogni mio dubbio.
Tutto un altro libro.

Non potevo crederci. Ero passata da una storia che non mi convinceva pienamente a un libro avvincente che mi invitava a proseguire la lettura pagina dopo pagina. Magia della scrittura! Muses è stato come una di quelle opere d'arte astratta, o moderna, che al primo sguardo non convincono, ma, se gli dedichi un po' di tempo affascinano.

In sintesi, ho impiegato un'ora solo a leggere i primi capitoli e il resto del pomeriggio per finirlo. Non potevo staccarmi da Muses, manco se le pagine fossero incollate con l'attack!
Certo, questo non significa che Muses sia una lettura particolarmente facile o leggera, perché non lo è. È un Urban fantasy, ma anche un romanzo di formazione che descrive in maniera accurata la crescita interiore di Alice, da ragazza sbandata a Musa della Musica. Inoltre, non tutto è sempre stato rose e fiori, nemmeno nella parte di Londra che pure mi ha parecchio entusiasmata.

In particolare, con la protagonista ho avuto un rapporto conflittuale, ma questo è, secondo me, indice di quanto fosse ben delineata la sua personalità. Difatti, quando i protagonisti sono ben realizzati, mi pare quasi di percepirli come persone reali: a volte mi stanno molto simpatici, altre volte il contrario. Con Alice non è stato facile entrare in empatia (se mai c'è stata empatia tra noi) ma alla fine non ha quasi importato: la sua storia era talmente interessante che mi ha preso nonostante non entrassi completamente nella sua testa (devo ammettere che Falconi è stato un bravissimo narratore).

Anche gli altri personaggi erano veramente ben descritti, anche se i continui colpi di scena mi impedivano di catalogarli in maniera precisa, e quindi di decidere con chi schierarmi.
Ray, Dolores, Lourdes, Patricia, nomi che imparerete a conoscere ma che corrispondono a personaggi che non si rivelano mai completamente, anzi, sembrano nascondere qualcosa di importante. Non è facile decidere da che parte stare, perché fino alla fine, la vicenda riserva numerose sorprese, e l'essere "buoni" o "cattivi" non è mai una distinzione assoluta. 
Difatti Muses vi stupirà: è una lettura ricca di voltafaccia, di sorprese: sarà difficile riconoscere la verità (o almeno lo è stato per me).

Valutazione finale? È molto difficile dirlo. Non è semplice dare un giudizio per un libro che non è nemmeno semplice catalogare. Tuttavia, penso che quattro stelline, per ora, possano essere indicative. In fondo il mio giudizio oscilla tra un inizio poco convincente e un finale decisamente avvincente. Lascio a malincuore questa lettura, promettendomi di leggere presto il seguito. 




6 commenti:

  1. Questo libro mi attira moltissimo, e ho sentito pareri positivissimi anche sull'autore :3
    P.S. Sono un nuovo follower :)
    Se ti va ho anch'io ho un blog libresco: http://annusatoredilibri.blogspot.it/
    Mi farebbe immenso piacere se passassi a dare un'occhiata :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ho sentito pareri positivi anche sull'ultimo lavoro di Falconi, Gray (anche se prima devo leggere la decima Musa).
      Comunque passerò ;)

      Elimina
  2. ciao silbi mi hanno detto ke non ho un pulsante per i followers mi puoi dire come si mette non ne ho idea credimi fammi sapere al piu presto sul mio blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok. Te lo faccio sapere ;)

      Elimina
    2. sai anche come si mettono in alto al centro "home-recensioni-ecc..." non è ho la più pallida idea grazie in anticipo

      Elimina
    3. Devi usare il gadget "Pagine" e, cliccandoci sopra, selezionare quello che vuoi visualizzare

      Elimina